Editorial Policies

Focus e ambito

La rivista Piccola Impresa/Small Business intende offrire un contributo agli studi e all’informazione sull’imprenditorialità minore, offrendosi come spazio ove chi fa ricerca in questo campo possa, con libertà di approccio, comunicare i risultati delle indagini empiriche svolte e confrontare le elaborazioni teoriche.

E’ una rivista accademica con vocazione internazionale dedicata specificamente all’indagine ed alla riflessione teorica sull’amministrazione e la gestione della piccola impresa, sul suo ruolo nell’economia, sulle politiche e le normative ad essa indirizzate. Tenta di interpretare, con impostazione multidisciplinare, l’esigenza di affrontare i temi afferenti la piccola impresa, che riveste un ruolo di primaria importanza nella  struttura produttiva italiana e mondiale, sulla base di  modelli interpretativi e normativi originali e non derivati dalle teorie manageriali affermatesi sulla scia della grande impresa, promuovendo originali contributi alla comprensione dell’evoluzione reale del comparto.

Pubblica, in lingua italiana, inglese e francese, lavori di studiosi affermati ma anche di giovani ricercatori, italiani e stranieri, funge da sede di integrazione e confronto tra esponenti di scuole diverse e tra differenti approcci disciplinari.

Nello stesso tempo, essa vuole rappresentare un terreno di incontro tra mondo accademico e mondo delle imprese, del lavoro e delle professioni. A tal fine, oltre a pubblicare studi e ricerche anche di interesse specifico del mondo “non accademico”, promuove seminari con la partecipazione di imprenditori, manager e professionisti, analizza casi aziendali significativi, contiene rubriche informative di interesse comune, segnala libri e articoli di rilevanza scientifica.

 

Politiche delle sezioni

Saggi

Controllato Accetta proposte Controllato Indicizzato Controllato Peer Reviewed

Osservatorio sulla Piccola Impresa

Controllato Accetta proposte Controllato Indicizzato Non controllato Peer Reviewed

Editoriale

Non controllato Accetta proposte Controllato Indicizzato Non controllato Peer Reviewed

Recensioni

Non controllato Accetta proposte Controllato Indicizzato Non controllato Peer Reviewed
 

Processo di Peer Review

La rivista ha una sezione SAGGI i cui contributi passano attraverso un processo di doppio referaggio anonimo. Inoltre, la rivista possiede una sezione denominata OSSERVATORIO sulla piccola impresa, in cui possono essere pubblicati casi studio,  contributi di taglio pratico e brevi approfondimenti,  la cui accettazione è subordinata alla sola approvazione dell’editor

Sono  presi  in  considerazione  solamente  quei  contributi  che  non  siano  già  stati pubblicati. L'originalità degli stessi viene verificata mediante software antiplagio.  Gli  articoli  pervenuti  sono sottoposti  alla valutazione  di  due  referee  anonimi che vengono individuati dall’organo collegiale responsabile delle procedure di gestione dei referaggi,.  L’invio degli articoli deve avvenire esclusivamente dopo aver effettuato la registrazione al sito (http://rivistapiccolaimpresa.uniurb.it ).

Doppio referaggio anonimo cieco

I revisori sono chiamati innanzitutto ad esprimere un punteggio da 1 a 5, dove 1 è scarso e 5 è ottimo dei seguenti elementi: 

- Rilevanza dell’argomento

- Originalità del contributo

- Solidità delle basi concettuali

- Solidità metodologica

- Rilievo analisi empirica (se presente)

- Chiarezza espositiva

- Interesse per i lettori della Rivista (accademici e operatori economici)

Successivamente i revisori sono chiamati a fornire una valutazione dettagliata:

- dei principali elementi di interesse dell'articolo; 

- dei punti di debolezza dell'articolo

- di ulteriori suggerimenti e modifiche

Infine gli autore dovranno fornire una valutazione di sintesi scegliendo fra:

- pubblicare

- accettare con alcune modifiche

- richiesta di una profonda revisione

- respingere

Per presentare una proposta lla redazione della rivista, l’utente, dopo essersi registrato,  dovrà cliccare su  “Nuova  proposta”  nella  sezione  “Cruscotto”  e  questo  gli    consentirà  di  avviare  una rapida procedura di submission. Tale  procedura  richiede di  indicare  la  “sezione  della  rivista”  alla  quale  si  vuole sottoporre  l’articolo,  la  “lingua  della  proposta”,  una  serie  di  check    “controllo  della proposta”,  il  caricamento  dell’articolo  in  forma  anonima,  in  un  unico  file  ed  organizzato secondo le istruzioni di editing indicate di seguito. La procedura prevede  il  caricamento  di  un  unico  file  comprendente  testo,  tabelle,  figure  e  quant’altro necessario.  Solo  eventuali  lettere  ai  referee  anonime,  dopo  il  processo  di  referaggio, potranno essere caricate in file separati. Oltre  alle  indicazioni  sugli  autori  (nome,  cognome,  indirizzo  mail  ed  Università  di affiliazione),  la  procedura  guidata  prevede  l’inserimento  di  una  serie  di  informazioni sull’articolo  (titolo,  autori,  abstract  in  inglese,  riferimenti  bibliografici  e  keywords)  cioè  i metadati che saranno utilizzati direttamente per la registrazione del DOI. L’autore che avvia la procedura guidata di submission è responsabile delle modifiche ai metadati durante tutta la submission ed in particolare del titolo e del nome degli autori. I nomi  degli  autori  potranno  essere  modificati  solo  prima  dell’eventuale  comunicazione dell’accettazione del paper. Le modifiche potranno essere effettuate solo dall’autore che avvia la  procedura  guidata  di  submission,  accedendo  alla  sezione  “modifica  metadati” della submission. Inoltre, solo l’autore che avvia la procedura guidata potrà monitorare lo stato  di  avanzamento  della  submission  e  caricare  gli  articoli  modificati  o  altri  file.  L’ autore  che  avvia  la  procedura  guidata  di  submission  identifica  il “contatto di corrispondenza con la redazione”. Il rispetto di questa procedura garantisce un’indiscutibile blind peer–review ed allo stesso tempo un’efficace gestione della submission in quanto articolo e informazioni rimarranno sempre separati ma collegati solo per la Segreteria della Rivista

 

Open Access con embargo

I contenuti di questa rivista saranno resi disponibili ad accesso aperto 12 mese/i dopo la pubblicazione di ciascun fascicolo.



 

Codice etico

Il Codice Etico della Rivista si prefigge l’obiettivo di definire i principi a cui devono attenersi gli organi della rivista, gli Autori e i referee per garantire la qualificazione scientifica degli articoli pubblicati, la trasparenza dei processi di valutazione e accettazione degli articoli presentati, nonché il rispetto delle leggi e delle norme etiche che devono assicurare l’applicazione di pratiche corrette nella pubblicazione di contributi scientifici.  

 Il Codice Etico della rivista Piccola Impresa / Small Business si compone delle seguenti sezioni: Responsabilità della Direzione e della Redazione, Responsabilità degli Autori, Responsabilità dei Revisori.

 

Responsabilità della Direzione e della Redazione

 

La decisione di pubblicare gli articoli sottoposti alla Rivista è assunta dal Direttore Responsabile, in base alle politiche editoriali della rivista e nel rispetto delle leggi vigenti in materia di diffamazione, violazione del copyright e plagio. Il Direttore può decidere di respingere gli articoli non coerenti con la linea editoriale della Rivista o che non presentano i requisiti minimi necessari per la pubblicazione, oppure può sottoporre gli articoli a una procedura di double-blind peer review, con il supporto di due Revisori, scelti tra i referee della rivista da uno specifico comitato nominato dal Comitato editoriale.

Il processo di valutazione dei manoscritti deve basarsi esclusivamente sul loro contenuto scientifico, senza distinzione di razza, sesso, orientamento sessuale, credo religioso, origine etnica, cittadinanza, nonché di orientamento scientifico, accademico o politico degli Autori. La Direzione e i componenti del Comitato editoriale sono tenuti a non divulgare alcuna informazione sui manoscritti inviati a nessun altro soggetto diverso dagli Autori e dai Revisori.

Il materiale inedito contenuto nei manoscritti sottoposti alla Rivista non può essere usato dai componenti degli organi della Rivista per proprie ricerche senza il consenso scritto dell’Autore.

Il Direttore Responsabile porta a conoscenza degli Autori i giudizi dei Revisori e le decisioni prese riguardo alla pubblicazione sulla Rivista, con eventuali sue osservazioni.

Responsabilità degli Autori

Gli Autori devono garantire l’originalità dei manoscritti presentati ed evitare di sottoporre contributi già pubblicati, interamente o parzialmente, in altre riviste oppure in diverse collocazioni editoriali (es. capitolo di libro), anche se in lingua diversa. Non devono inoltre essere presentati contributi contemporaneamente sottoposti per la pubblicazione ad altre riviste. Possono essere proposti articoli già presentati a convegni e pubblicati nei conference proceedings, purché l’articolo proposto per la pubblicazione contenga significative integrazioni rispetto a quello presentato al convegno. Gli articoli che presentano studi già pubblicati, possono essere accettati solo se contengono prospettive teoriche e/o dati e/o risultati non esaminati nel testo originario. E’ comunque necessario citare in bibliografia il lavoro precedentemente pubblicato.

Gli Autori di un articolo già pubblicato dalla rivista Piccola Impresa / Small Business sono tenuti a chiedere alla rivista il permesso di pubblicare il loro articolo (o una selezione del loro articolo, o una sua traduzione) in un’altra rivista o in altra collocazione editoriale (es. capitolo di libro).

Gli Autori devono garantire che i contributi sottoposti per la pubblicazione non contengano asserzioni illegali né alcuna forma di plagio o falsificazione. Gli Autori sono tenuti a indicare esplicitamente i riferimenti bibliografici di tutti i lavori richiamati, testualmente oppure indirettamente, nel proprio articolo.

Gli Autori devono indicare nel manoscritto ogni eventuale conflitto di interesse – finanziario, commerciale, politico, accademico o di altra natura – che possa influenzare i risultati o l’interpretazione del manoscritto. Tutte le fonti di sostegno finanziario ricevute dall’Autore per la realizzazione della ricerca a cui fa riferimento il manoscritto devono essere indicate.

Gli Autori hanno la responsabilità di tutti i materiali inclusi nel manoscritto presentato a Piccola Impresa / Small Business. Il manoscritto deve contenere un resoconto accurato e dettagliato del processo di ricerca svolto e una chiara descrizione dei risultati ottenuti. Dichiarazioni fraudolente o volontariamente inesatte costituiscono un comportamento non etico e sono inaccettabili.

Tutti coloro che hanno apportato un contributo significativo allo svolgimento del lavoro descritto nel manoscritto devono essere indicati come co-autori e condividere la responsabilità per i risultati ottenuti. I nomi di altri soggetti che abbiano in qualche modo coadiuvato gli Autori nella realizzazione del progetto di ricerca devono essere citati in una nota di chiusura del manoscritto o in un paragrafo riservato ai ringraziamenti.

Nel momento in cui sottopone un manoscritto, l'Autore corrispondente deve aver ricevuto dai suoi co-autori l’assenso per la presentazione dell’articolo, nonché per l’ordine di elencazione degli autori e l’eventuale attribuzione dei paragrafi. L’Autore corrispondente deve inoltre garantire che tutti i coautori abbiano visto e approvato la versione definiva dell’articolo che verrà pubblicato.

Gli autori hanno la responsabilità di preservare e proteggere la privacy, la dignità, il benessere e la libertà di tutte le persone che sono state coinvolte nel progetto di ricerca. La pubblicazione di ogni dato o informazione che consenta la loro identificazione deve essere autorizzata dagli interessati e deve essere rispettato il loro volere nel caso venisse richiesto l’anonimato.

Gli autori dovrebbero verificare che i loro articoli non contengano alcuna violazione del diritto d'Autore (ad esempio per citazioni, tabelle, figure, fotografie, ecc. tratte da altre pubblicazioni) e assicurarsi di avere tutti i permessi necessari prima della presentazione.

Responsabilità dei Revisori

La rivista Piccola Impresa / Small Business sottopone tutti i contributi proposti per la pubblicazione, che hanno superato il primo vaglio del direttore, a un processo di double-blind peer review, il quale garantisce l’anonimato degli Autori nei confronti dei revisori e viceversa.

Ai Revisori si richiede di valutare gli articoli con obiettività, equità e professionalità, senza essere condizionati da pregiudizi personali nei loro commenti e giudizi. Nell’esprimere le proprie opinioni riguardo agli articoli, i Revisori devono fornire argomentazioni chiare, documentate ed esaustive, anche corredate da adeguati riferimenti scientifici.

In particolare ai Revisori è richiesto di effettuare le loro valutazioni tenendo conto dei seguenti criteri:

-          rilevanza e interesse dell’argomento

-          originalità del contributo

-          solidità delle basi concettuali

-          chiarezza degli obiettivi

-          solidità metodologica e rilevanza dell’eventuale analisi empirica

-          chiarezza espositiva

-          coerenza con la linea editoriale della Rivista.

Il commento dei Revisori deve inoltre evidenziare gli elementi di interesse dell’articolo e i suoi punti di debolezza e esprimere un giudizio sulla pubblicabilità dell’articolo. Qualora i Revisori valutino la necessità di una revisione del testo, devono fornire indicazioni utili all’Autore per migliorare l’articolo e renderlo adeguato alla pubblicazione.

Se il revisore incaricato ritiene di non essere adeguatamente qualificato e di non possedere le competenze necessarie per valutare con la dovuta professionalità un articolo, dovrebbe comunicarlo al Direttore responsabile e chiedere di essere sollevato da questo incarico. E’ inoltre opportuno che il revisore rifiuti la revisione di un manoscritto nel caso in cui sia in grado di riconoscere l'identità dell’Autore o di uno dei co-autori. Il revisore deve inoltre evitare di compiere ogni azione che consenta di identificarlo da parte dell’Autore.

I Revisori devono svolgere il loro compito con riservatezza, evitando di discutere con persone diverse dal Direttore Responsabile dei contenuti del manoscritto loro sottoposto. Qualora avessero il sospetto di comportamenti scorretti da parte dell’Autore del manoscritto in esame, devono darne notizia al Direttore responsabile.

Ai Revisori è richiesto di effettuare le revisioni loro assegnate rispettando i termini prestabiliti, informando il Direttore responsabile di eventuali situazioni che possano causare un allungamento dei tempi.